Web Marketing Firenze
Specialista in marketing online. Contattami!
28th Ago 2015 | by: Checcao

 

No, via… non ho le scarpe bucate, ma ho un blog veramente mal gestito. Sì, faccio outing: il mio blog non è aggiornato, gli ultimi post sono del 2013 (2013??????) e non è un gran bene per chi come me dice di essere un esperto di comunicazione online e, per vivere, gestisce blog di aziende e professionisti. Ma il mio? Io non sono forse una professionista? Non ho forse bisogno di curare la mia immagine online? Sì. Eccome.

E allora? Perché non curo il mio blog?

Potrei dare colpa alla famiglia: un bambino di 15 mesi, una di 8 anni, le scuole chiuse, il nido pure e la scrivania in cucina, certo non aiutano la mia produttività. Ho già difficoltà a seguire i lavori commissionati che, per fortuna, non mi mancano, come riesco a seguire anche il mio blog? Non riesco.

Oggi però mi sono chiesta: ma non sarà una scusa? Voglio dire è facile dare la colpa ai bimbi, la lavoro, al telefono che squilla, agli amici che non comprendono che lavori in casa e arrivano ogni tre per due a salutarti. “Solo un caffè”. Si, di un’ora.

No, cari amici, io vi voglio ancora a casa mia, ma fuori dagli orari di ufficio.

Sì perché nonostante i bambini, la casa da pulire (poco, ma almeno il minimo devo farlo), le lavatrici da fare (tante, sempre troppe) io devo lavorare. Per vivere, per pagare il mutuo, le bollette, i vestiti, il cibo.

Quindi non gestisco il mio blog per colpa degli amici che vengono a trovarmi? Bufala, ennesima scusa.

E allora? Cosa c’è che mi blocca dal continuare a fare il mio lavoro anche per me? Perché ho un blog poco curato?

Perché i blog degli altri mi esauriscono. Ecco, l’ho detto. Se scrivo ogni giorno di web marketing, campagne DEM, studio annunci social e Adwords, creo Fanpage, ma chi ha voglia a di buttarsi sul proprio blog? Io no.

È come se dopo aver finito di scrivere per gli altri non trovassi più argomenti.

Trattengo il fiato, mi siedo al PC per me stessa solo qualche minuto, quanto basta per capire che devo scrivere un testo nuovo, un testo che ancora non si è letto online. E puntualmente chiudo tutto, tengo le mie “scarpe bucate”, accendo una sigaretta, mi godo 3 minuti di TV e crollo sul divano.

E ora sta a te: qual è il tuo segreto per curare al meglio il tuo blog? Perché se ce n’è uno io DEVO conoscerlo!

Photo Credit

8 Comments

  • valentina ha detto:

    Ciao Francesca,
    purtroppo un blog ancora non ce l’ho e credo sia per le stesse motivazioni che hai scritto nel tuo post.
    Non ho una risposta alla tua domanda, ma solo una pacca sulla spalla che non ti faccia sentire da sola ^_^ E comunque un post l’hai scritto 😉

    • Checcao ha detto:

      Grazie Valentina, una pacca sulla spalla fa sempre bene e, forse, questo è uno di quei post che si scrive solo per non sentirsi soli, quindi la pacca ci sta tutta e ti ringrazio tanto ^_^

      Mi raccomando voglio sapere quando aprirai il tuo blog, non vedo l’ora di leggerti!

      Un saluto 😉

  • Librini ha detto:

    Di tutto quello che ti allontana dal tuo blog, l’unica cosa davvero dannosa sono le sigarette!! Il mio blog e’ solo una passione, non un lavoro. Parla di libri. Se il libro del momento mi appassiona, la passione traspare da quello che scrivo. Insomma, se i post sono interessanti e’ molto una questione di fortuna, dipende dal libro che mi è finito sotto gli occhi…

    • Checcao ha detto:

      Ciao librini, hai proprio ragione… le sigarette mi uccideranno e non è un modo di dire 🙁
      Detto questo mi piace il modo in cui gestisci il tuo blog, molto personale. Alla fine è l’unico metodo per non annoiare mai il lettore, non trovi?
      Grazie per essere passata da qui 🙂

  • Giulia Bezzi ha detto:

    Io finalmente ho la scrivania in camera con la mia piccolina (e devo dire che cambiano le cose), così quando rientra dall’asilo lei si mette per terra accanto a me e gioca. Io lavoro e ma siamo sempre insieme 🙂

    Il segreto credo sia quello di avere un blog solo se questo può aiutarti nel tuo lavoro…mi spiego meglio: io studio tutte le settimane 8 ore, prendo appunti e penso ai miei progetti. In quelle 8 ore, al posto di scrivere su carta, lavoro ai post sia per il mio blog che per gli altri in cui collaboro. Rendo più efficienti quelle 8 ore che rigorosamente tengo libere, costi quel che costi, per potermi formare e crescere. Piglio due piccioni con una fava, se così possiamo dire…e vedo che funziona. Ringrazio #adotta1blogger per avermi dato modo di leggerti…mi sono sentita te! FORZA CE LA FAREMO!

    • Checcao ha detto:

      Giulia, che carina che sei 🙂

      Io i miei due bimbi cerco di tenerli a bada mentre lavoro, ma con il piccolo è un macello!

      Tornerò presto a scrivere di mamme freelance come noi due, continua a seguirmi 😉

      PS. ringrazio anche io #adotta1blogger che mi permette di conoscere sempre autori nuovi 🙂

  • Martina ha detto:

    Questo è il post che avrei dovuto pubblicare anche io.
    Scrivo tanto, scrivo un po’ ovunque, ma ogni volta che tornavo sul mio blog vedevo la desolazione. Tante idee, tante bozze pronte per essere corrette e pubblicate, ma davvero chi aveva voglia di farlo? A volte mi giustificavo dichiarandomi “intossicata di comunicazione”.

    Poi ho letto, su un blog americano, la frase “nessuno vuole un blogger che non blogga” e ho capito che era il momento di agire.
    Come ho (quasi) risolto? Mi sono messa subito alla ricerca di ispirazione. Sono andata a leggere i blog che mi ero segnata tra i preferiti (ecco come sono arrivata qui). Ho iniziato a stabilire le priorità e la liste di cose da fare per giorno, settimana e mese. Mi sono installata Evernote su ogni dispositivo in modo da avere sempre spazio dove appuntare nuove idee.

    Per ora sono motivata ed entusiasta, poi ti racconterò come andrà a finire 😉

    • Checcao ha detto:

      “Nessuno vuole un blogger che non blogga” Oddio quant’è vero! E allora spazio ad Evernote anche per me e via con nuovi post! Grazie Martina del tuo commento e di avere tra i preferiti il mio blog personale ^_^
      Mi raccomando, voglio sapere come va a finire 😀

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Twitta con me